=""/>

IC DON BORGHI

Amministrazione Trasparente

Print Friendly, PDF & Email

ISTRUZIONI OPERATIVE
IN MATERIA DI ACCESSO CIVICO “SEMPLICE” E ACCESSO CIVICO “GENERALIZZATO”

Il presente documento è adottato dal Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale
per l’Emilia-Romagna, in qualità di Responsabile della prevenzione della corruzione e per
la trasparenza per le Istituzioni scolastiche statali dell’Emilia-Romagna (Decreto
Ministeriale 26 maggio 2017, n.325). Le istruzioni che seguono derivano dalla esigenza di
favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali da parte
delle Istituzioni scolastiche e sono finalizzate a precisare le modalità operative per
l’esercizio dell’accesso civico cosiddetto “semplice” e dell’accesso civico cosiddetto
“generalizzato” a dati, documenti o informazioni detenuti dalle medesime Istituzioni
scolastiche statali dell’Emilia-Romagna.

PROT istruzioni accesso civico IISS ER (1)

1. modulo accesso civico semplice

2. modulo accesso civico generalizzato (1)

Obiettivi di accessibilità 2017

 Redatto ai sensi dell’articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179.

https://accessibilita.agid.gov.it/obiettivi-accessibilita/2017/istituto-comprensivo-don-pasquino-borghi-re/65820

 

Accesso civico

L’accesso civico, introdotto dall’Art. 5 del Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n. 33, è il diritto di chiunque di richiedere i documenti, le informazioni o i dati, oggetto di pubblicazione obbligatoria secondo le vigenti disposizioni normative, qualora le pubbliche amministrazioni ne abbiano omesso la pubblicazione. La richiesta di accesso civico è gratuita, non deve essere motivata e va presentata al Responsabile della trasparenza, che è il Dirigente Scolastico.

Responsabile della trasparenza: Dirigente Scolastico

Recapito telefonico: +39 0522 585751
PEO:  reic81400x@istruzione.it
PEC: reic81400x@pec.istruzione.it

Istanza di Accesso civico

L’Art. 5 del Decreto Legislativo 14 marzo 2013 n. 33 (“Decreto Trasparenza”), intitolato “Accesso civico a dati e documenti”, contiene le disposizioni qui sintetizzate (articoli e commi, ove non diversamente indicato, si rifericono sempre a questo decreto):

  1. L’obbligo previsto dalla normativa vigente in capo alle pubbliche amministrazioni di pubblicare documenti, informazioni o dati comporta il diritto di chiunque di richiedere i medesimi, nei casi in cui sia stata omessa la loro pubblicazione.
  2. La richiesta di accesso civico non è sottoposta ad alcuna limitazione quanto alla legittimazione soggettiva del richiedente non deve essere motivata, è gratuita e va presentata al responsabile della trasparenza dell’amministrazione obbligata alla pubblicazione di cui al comma 1, che si pronuncia sulla stessa.
  3. L’amministrazione, entro trenta giorni, procede alla pubblicazione nel sito del documento, dell’informazione o del dato richiesto e lo trasmette contestualmente al richiedente, ovvero comunica al medesimo l’avvenuta pubblicazione, indicando il collegamento ipertestuale a quanto richiesto. Se il documento, l’informazione o il dato richiesti risultano già pubblicati nel rispetto della normativa vigente, l’amministrazione indica al richiedente il relativo collegamento ipertestuale.
  4. Nei casi di ritardo o mancata risposta il richiedente può ricorrere al titolare del potere sostitutivo di cui all’articolo 2, comma 9-bis della Legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni, che, verificata la sussistenza dell’obbligo di pubblicazione, nei termini di cui al comma 9-ter del medesimo articolo, provvede ai sensi del comma 3.
  5. La tutela del diritto di accesso civico è disciplinata dalle disposizioni di cui al Decreto Legislativo 2 luglio 2010, n. 104, così come modificato dal D.Lgs. 33/2013.
  6. La richiesta di accesso civico comporta, da parte del Responsabile della trasparenza, l’obbligo di segnalazione di cui all’articolo 43, comma 5.

Che cos’è l’Accesso civico

Il legislatore introduce la nozione di “accesso civico”, con la quale si definisce il diritto offerto a chiunque di chiedere ed ottenere le informazioni che dovrebbero essere pubblicate sul sito internet. Questa forma di tutela è assai rafforzata da parte del decreto: è gratuita, non è soggetta a limitazioni di tipo soggettivo, non deve essere motivata e va avanzata al responsabile della trasparenza. Essa deve essere soddisfatta entro 30 giorni, anche tramite la pubblicazione sul sito internet; in caso di mancata risposta positiva può essere attivato l’intervento sostitutivo ed occorre segnalare l’accaduto all’ufficio per i procedimenti disciplinari.

L’accesso civico si differenzia notevolmente dal diritto di accesso finora configurato dalla Legge 241 del 1990. Se ne differenzia per l’oggetto: l’accesso civico si può esercitare solo nei confronti degli atti la cui pubblicazione sia obbligatoria: obbligatorietà che viene richiamata, per ampi settori, dallo stesso Decreto 33/2013 nella seconda parte. Se ne differenzia per la modalità: mentre il diritto di accesso “ordinario” è sottoposto alla necessità di presentare una domanda motivata che si basi su un interesse qualificato, e al pagamento dei diritti di ricerca e riproduzione (eventuale), il diritto di accesso civico non è sottoposto a limitazione alcuna, ed è completamente gratuito.

Come presentare l’Istanza di Accesso civico

  1. Scaricare l’apposito modulo: istanza-accesso-civico
  2. Compilarlo e scegliere per la consegna una delle seguenti alternative:
  • inviarlo in allegato, via mail, all’indirizzo reic81400x@istruzione.it (indicando nell’oggetto: “Istanza di accesso civico”), allegando anche la scansione di un documento d’identità valido;
  • stamparlo e presentarlo di persona, in forma cartacea, agli uffici dell’Istituto Comprensivo “Don P.Borghi”, in via Pascal 81 a Reggio Emilia (RE), allegando la fotocopia di un documento d’identità valido.

Titolare del potere sostitutivo attivabile nei casi di ritardo o mancata risposta

Dirigente dell’ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia – Ufficio XI

Strumenti di tutela

Strumenti di tutela, amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell’interessato, nel corso del procedimento e nei confronti del provvedimento finale ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione:

  • tentativo di conciliazione;
  • ricorso al giudice ordinario o al TAR.

La trasparenza amministrativa consiste nell’assicurare la massima circolazione possibile delle informazioni sia all’interno del sistema amministrativo, sia fra questo ultimo ed il mondo esterno.

______________________________________

La trasparenza è intesa come accessibilità totale, anche attraverso lo strumento della pubblicazione sui siti istituzionali delle amministrazioni pubbliche, delle informazioni concernenti ogni aspetto dell’organizzazione, degli indicatori relativi agli andamenti gestionali e all’utilizzo delle risorse per il perseguimento delle funzioni istituzionali, dei risultati dell’attività di misurazione e valutazione svolta dagli organi competenti, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo del rispetto dei principi di buon andamento e imparzialità. Essa costituisce livello essenziale delle prestazioni erogate dalle amministrazioni pubbliche.

Tratto dal sito: Governo Informa
Norma di riferimento: Decreto Legislativo 150/2009

Le istituzioni scolastiche non hanno ricevuto, al momento, precise indicazioni di comportamento in merito al Programma triennale per la trasparenza e l’integrità ed il relativo stato di attuazione.

 

 

PROSPETTO DEI PAGAMENTI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO “DON P. BORGHI” PERIODO PRIMO TRIMESTRE DELL’ANNO 2017

TEMPESTIVITA’ :  2^ TRIMESTRE 2017  –  3^ TRIMESTRE  2017


DECRETO VALORIZZAZIONE DOCENTI A.S. 2016-17

Si pubblica in allegato il decreto generale sull’assegnazione dei fondi per la valorizzazione dei docenti a.s. 2016-17 (comma 126 art.1 L.107/2015)

decreto bonus

CURRICULUM VITAE PAOLA CAMPO DIRIGENTE SCOLASTICO

Curriculum_Vitae DS CAMPO PAOLA

mod-3-compensi

DIRETTIVE DI MASSIMA GESTIONE E SERVIZI D.S.G.A.

direttive-dsga

ADOZIONE PIANO DELLE ATTIVITA’ DEL PERSONALE ATA PER L’A.S. 2018/2019

piano-attivita-personale-ata-2016-2017

Programma Triennale Trasparenza e Integrità 2016 – 2018 

PTTI 2016 – 2018

PROGRAMMA ANNUALE – ESERCIZIO FINANZIARIO 2017

programma-annuale-esercizio-finanziario-2017

 

Bandi e Contratti

Si pubblicano i documenti riguadanti l’affidamento della gestione del Servizio di Assicurazione in favore degli alunni e del personale aa.ss. 2014/2015 – 2015/2016 – 2016/2017 dell’Istituto Comprensivo “Don P. Borghi” di Rivalta (RE) con l’Agenzia  Ambiente Scuola S.r.l. – Via Petrella, 620124 MILANO

QUADRO SINOTTICO (Pdf. 126 Kb)
PROGRAMMA AMBIENTE SCUOLA (Pdf. 843 Kb)

PROSPETTO DEI PAGAMENTI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO “DON P. BORGHI”  – PERIODO                                          PRIMO TRIMESTRE DELL’ANNO 2017

primo-trimestre-2017

PROSPETTO DEI PAGAMENTI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO “DON P. BORGHI”  – PERIODO                                           QUARTO TRIMESTRE DELL’ANNO 2016

tempest_pag-01-10-2016-31-12-2016

PROSPETTO DEI PAGAMENTI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO “DON P. BORGHI”  – PERIODO                                           PRIMO TRIMESTRE DELL’ANNO 2016

Valore dell’Indice di tempestività dei pagamenti Primo trimestre 2016

PROSPETTO DEI PAGAMENTI DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO “DON P. BORGHI”  – PERIODO PRIMO TRIMESTRE DELL’ANNO 2015

Valore dell’Indice di tempestività dei pagamenti Primo trimestre 2015 (Pdf. 169Kb)

Calcolo Tempestività pagamenti dal 01-04-2016 al 30-06-2016

Basi Dati

Il D.L. 90/2014 (convertito in L. 114/2014) obbliga le pubbliche amministrazioni a comunicare alla Agenzia Italia Digitale l’elenco delle basi di dati e degli applicativi che le utilizzano. Pubblichiamo di seguito il file in Pdf compilato riferito al nostro Istituto.

BASE DATI  elencobasidati_I.C. DON P. BORGHI – (Pdf. 185 Kb)